TACCHINO - animalicortile

Cerca nel sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

TACCHINO

Il tacchino comune, nome scientifico "Meleagris gallopavo" è originario dell'America del Nord dove era comunemente diffuso come animale selvatico autoctono. Qui viveva nelle foreste, in particolare ai confini con praterie e radure, dove si nutriva di bacche, insetti, larve, semi, germogli. In seguito alla scoperta delle Americhe, questo fu soggetto di una caccia spietata da parte dei coloni europei, e quindi esso si rifugiò nelle foreste meno frequentate dall'uomo.
Caratteristiche morfologiche peculiari del tacchino sono la testa, che presenta una cute priva di penne, rossa pallida con sfumature azzurre, con verruche di colore rosso intenso. Il colore della cute della testa, nel maschio è soggetta a cambiamenti di colore durante il corteggiamento, che vanno dal rosso intenso al blu-azzurro. A livello della gola vi è un bargiglio di colore rosso pallido e sul petto vi è il pennello o granatello (detto anche porro) formato da un insieme di setole nere lungo fino a 15 cm nel maschio. La coda è composta da diciotto penne che vengono aperte a ventaglio durante il corteggiamento a formare una ruota.
La femmina depone uova da guscio color crema con puntini rossi-marroncini, ed è un ottima ed instancabile covatrice. Il peso dei soggetti varia a seconda della razza.
RAZZA : MEDIO-FACILE DA ALLEVARE    
 
Torna ai contenuti | Torna al menu